La cameriera




New York, interno giorno.


"Allora, com'è andata?"
"Purtroppo non è andata come previsto. Abbiamo riferito al procuratore che il destino economico della Grecia dipendeva da te, e lui ha risposto che a parlare con la Merkel potevamo mandare benissimo qualcun altro. Ho chiesto di farti rilasciare su cauzione, ho pure preso accordi con tua moglie perché partisse da Parigi con un milione di dollari in contanti dentro una borsa Yves Saint Laurent, venisse qui e li rovesciasse tutti sullo scanno del giudice. L'avevo visto fare in tanti film,


video



forse era una buona idea..."
"Lo è stata?"
"Purtroppo no. Il rappresentante del procuratore ha detto che, dato che stavi per scappare in Francia per non ritornare più qui, vuole facilitarti il soggiorno a New York, che è una città che ne vale comunque la pena."
"E quindi?"
"Il giudice ha respinto il rilascio su cauzione.Temo che dovrai restare qui fino al processo. Ma non temere: ti tirerò fuori, ce la faremo!"
"Hai intenzione di esporre il mio caso a Mi manda Raitre ?"
"Meglio: ho intenzione di citare gli USA per abuso della credulità popolare!"
"Scusa, ma non ti seguo."
"Hai presente tutti quei film e telefilm in cui c'è una giovane cameriera che lavora ai piani di un albergo, incontra un cliente miliardario e alla fine convolano a giuste nozze?"
"Per favore non parlarmi di cameriere che mi fa ancora male il petto per i graffi..."
"E invece è proprio su questo punto che si basa la nostra difesa! La cameriera è un mito, un topos creato da Hollywood riprendendolo da Cenerentola. Tu hai avuto un'infanzia infelice..."
"Ma veramente stavo benissimo, non mi è mai mancato nulla..."
"Una sola cosa ti è mancata: l'amore vero, una donna che ti potesse amare fin da piccolo e non farti sentire mai solo. Tu questo amore lo avevi trovato nella cameriera di famiglia. Non hai mai dimenticato quando ti faceva il bagnetto e ti asciugava i capelli..."
"Ma cosa c'entrano i film allora?"
"C'entrano! Crescendo non hai mai dimenticato questa donna, tanto da cercarla inutilmente in tante donne; inoltre tutti questi film su padroni e cameriere hanno traviato la coscienza di tante lavoratrici, che così vedono in ogni riccone che esce gocciolante dal bagno di una suite da 3.000 dollari la risposta alle loro preghiere! Ecco, quel giorno queste due anime desideranti - il bell'uomo ricco e infelice e la cameriera in cerca del Principe Azzurro - si sono incontrate in una camera di un albergo a Times Square, e chi poteva prevedere come sarebbe andata a finire?"
"Quindi noi diciamo che lei c'è stata."
"No! Troppo semplice, non dobbiamo mettere l'accento sul sesso brutale, ma sul riconscimento e soddisfacimento di un destino a lungo desiderato, sia pure inconsciamente. E qui citerò gli USA e la loro industria culturale per i danni psicologici che arreca a tante persone."
"La storia è interessante, ma come la mettiamo in tribunale? Come mi guarderà lei, dopo quello che è successo? Andiamo, non sta in piedi!"
"Qui arriva la seconda parte della difesa. Colpo di scena: tu spieghi il tuo, diciamo, comportamento, dichiarandoti perdutamente innamorato della cameriera, tanto da essere disposto a divorziare da tua moglie e sposarla. L'inflessibile capo del FMI è in fondo anche lui un essere umano! In Francia e in America saranno tutti commossi, ti salvi dalla galera e se giochiamo bene le nostre carte facciamo in tempo pure a salvare la Grecia!"
"Mmmm... E con mia moglie come la mettiamo?"
"Ne ha già viste tante, vedrà pure questa."
"Insisto, e la cameriera? Potrebbe anche non essere d'accordo, non ti pare?"
"Le diremo che sei il fratello di Mubarak."


Aggiornamenti:



Questo è uno spot greco che pubblicizza una marca di patatine :


1 commenti:

dona ha detto...

Tu dovresti proprio scrivere sceneggiature!
... O magari lo fai già? :)